birre stupende

Dall'America alle Marche: un Viaggio Prelibato sulla Strada del Gusto

Dal maccherone all'hamburger

Filottrano, Ancona, Italia paese di poeti, navigatori e mangiatori di pasta, almeno fino ad oggi! Questi mangiatori di pasta il Beerstrot li sfida a singolar tenzone, li invita, a sostituir l'hamburger al maccherone.

Nel menù del Beersrtot i primi piatti e la pasta, fresca condita con prodotti genuini e di stagione, non mancano ma non ne sono i protagonisti.

Con la volontà di portare una ventata di aria fresca a seguito dell'esperienza americana degli osti, la parte del leone è interpretata dall'hamburger o, come dicevan tutti, burger. L'ispirazione è sicuramente americana, e più precisamente newyorchese, mentre la genuinità della carne, del pesce e delle verdure che completano il panino più famoso al mondo, è tutta Italiana. Anzi, Marchigiana.

Gli ortaggi, necessariamente di stagione, sono raccolti dal contadino vicino casa, così gli Asparigi in Foglia con crudo e le Verdure Grigliate hanno i sapori e i colori della terra. I pascoli della saporita e rinomata Vacca Marchigiana sono la fonte di approvvigionamento per i piatti a base di carne bovina (Burger, Costata ai Ferri), mentre le piccole aziende agricole dei dintorni allevano i maiali che diventeranno prelibati Prosciutti e squisite Costine, da abbinare, per i più baldanzosi, alla BBQ sauce: salsa dolce tipicamente americana rivista per icontrare il palato Italiano. Da intingere in una lussuriosa salsa al gorgonzola, volano in tavola, le Chicken Wings, le leggendarie Alette di Pollo. Non manca mai, nemmeno in estate, la Zuppa che scalda (vellutata di piselli e caprino), o rinfresca (gazpacho), al ritmo di cucchiai colmi di natura! La Cheesecake, il Birramisù o la Crostata Pere e Cioccolato concludono con dolcezza il menù del mangiare.

Poi si apre il menù del bere

Il nome scelto per questo atipico locale, Beerstrot, già suggerisce che l'accento tonico sia posto su di lei: la Birra. Le birre, esclusivamente artigianali, sono infatti il tesoro prezioso di cui gli osti sono alla perenne ricerca. Le spine ospitano un paio di birre fisse, le più beverine e ricercate dai clienti, una birra che ruota mensilmente e una "speciale" che rispecchia le produzioni stagionali e le ricette sperimentali dei micro birrifici Italiani che collaborano con Beerstrot. Le bottiglie sono in numero sempre crescente e anche la copertura geografica si amplia col passare del tempo: con l'Italia, tra le prime in qualità della produzione artigianale, gli Stati uniti che con i loro luppoli creano piccoli miracoli in bottiglia, e il nord europa, in particolare inghilterra e irlanda, isole lambite da sempre da un mare di birra. Le IPA, le APA, le ALE, le Lager, le Porter, le Stout, le Acide: tutte trovano il loro posto nel menù, ognuna il proprio bicchiere. E per non scontentare nemmeno i detrattori della birra, non può mancare un’onesta carta dei Vini che partendo dalla tradizione marchigiana (Verdicchio, Passerina, e Rosso Conero) arriva fino alle bollicine dello Champagne, passando per qualche brut nostrano, come il Franciacorta.

Insomma, dall'incontro con la natura, dal rispetto della stagionalità dei frutti delle lussureggianti colline marchigiane, il Beerstot crea un menù semplice per offrire il piacere di sapori tradizionali e antichi attraverso pietanze ispirate al nuovo mondo.

Come diceva Remy, il celeberrimo chef travestito da topo, "se è vero che siamo quello che mangiamo, io voglio mangiare solo cose genuine."

Scopri il nostro menù →

Apriamo Venerdì 1 Maggio. Per aggiornamenti segui Ca' Vecchia Beerstrot su Facebook, Twitter e Google+.